venerdì 23 novembre 2012

Cavolfiore spadellato con olive e capperi

Il cavolfiore, ho letto che è stato definito "un cavolo con la laurea" per tutte le sue buone qualità.
Come le altre verdure della sua famiglia, le Crucifere, ha una buona dose di proprietà antitumorali, è anche ricco di vitamina C e acido folico, due stimolanti per le nostre difese immunitarie.
Pensate che tre cimette di cavolfiore crudo assicurano l'apporto del 67% di fabbisogno giornliero di vitamina C.
In questa ricetta però lo mangio cotto, preferendo la cottura al vapore piuttosto che la bollitura in cui la verdura perde parte dei suoi nutrienti.

Ingredienti:
1 cavolfiore
1 cucchiaino di capperi
una decina di olive nere o taggiasche
peperoncino
olio evo
1 spicchio di aglio
sale


Pulire e lavare il cavolfiore dividendolo in cimette, cuocerlo al vapore o in acqua bollente salata oppure cuocerlo per pochi minuti in pentola a pressione, decidete voi.
Scolarlo leggermente al dente di modo che le cimette non si rompano.
Una volta cotto il cavolfiore, scaldare in una pedella l'olio e far soffriggere lo spicchio di aglio in camicia schiacciato, unirvi il cavolfire e far saltare per due minuti, poi unire i capperi, un pezzettino di peperoncino e le olive tagliare a metà.
Saltare per qualche altro minuto, aggiustare di sale, eliminare l'aglio e servire caldo.
Una ricetta semplicissima per gustare una grande verdura.
 

1 commento:

  1. Ecco la fan numero uno del cavolfiore, e pensare che da piccina lo disdegnavo! mai fatto spadellato così, me lo ricorderò!
    Baci Chef :)

    RispondiElimina