venerdì 26 aprile 2013

Crespelle alle Cime di Rapa e Pomodoro, il contest di Roby e un Anniversario Importante


Finalmente sono riuscita a scrivere la mia ricetta per partecipare al contest orgnizzato dalla deliziosa Roberta di The Dreaming Seeds.
Non me lo potevo perdere per nessun motivo! 
In più a fare da giudice al contest con lei c'è uno chef che ammiro molto e che seguo da diverso tempo: Giuseppe Capano, che spero un giorno tenga un corso in quel di Milano o di Monza e Brianza.
Bene mia cara maremmana, questa è la ricetta che ho scelto per partecipare al tuo contest: "Happines is homemade"

Le crespelle alle cime di rapa.


Per le crespelle:
200 gr di farina semi integrale
100 gr di farina di grano saraceno
4 cucchiai di olio
Sale
Acqua qb

Per il ripieno:
Verdura a foglia verde a scelta, cavolo nero, spinaci, erbette, cime di rapa
2 spicchi di aglio
1 peperoncino
Sale


Per il sugo:
Passata di pomodoro
Aglio
Olio evo 
Sale

Come prima cosa pulire e lavare la verdura che avete scelto, nel mio caso sono le cime di rapa e mettere sul fuoco una pentola con acqua da portare ad ebollizione in cui cuocerla.

Preparare quindi, mentre l'acqua si scalda, l'impasto delle crespelle.
Unire in una ciotola le due farine, aggiungere un pizzico di sale e poi lentamente, sempre mescolando con la frusta, aggiungere l'acqua fino ad ottenere un composto piuttosto liquido. Lasciare riposare mentre si preparano le altre cose.

Quando bolle l'acqua salarla e buttarci la verdura scelta e cuocere per il tempo necessario.

Mentre la verdura cuoce, in un altra pentola far scaldare un filo di olio con aglio e se volete anche qualche fettina di cipolla, aggiungervi la passata di pomodoro, aggiustare di sale e far cuocere fino ad ottenere un sugo piuttosto ristretto.

A cottura ultimata scolare la verdura tenendo da parte una mezza tazza di acqua che servirà per preparare parte della verdura in crema.
Scaldare una padella con olio, uno spicchio di aglio e peperoncino, e far saltare la la verdura per qualche minuto. Togliere lo spicchio di aglio ed il peperoncino e ridurre metà della verdura saltata in crema frullandola  con il minipimer aggiungendo poco alla volta l'acqua di cottura tenuta da parte fino ad ottenere una consistenza cremosa da mescolare poi al resto delle cime.

Fatto questo si passa alla preparazione delle crespelle scaldando una padella antiaderente unta di olio e versandovi un mestolo del composto che era stato messo a riposare, scaldare da un lato fino a che non si sia rappreso e poi girare, scladare ancora per due minuti e saranno pronte. Fare attenzione a non farle cuocere troppo, altrimenti si seccano e piegandole rischierebbero di rompersi.

Riempire le crespelle con la crema di cime e le ceme intere, ripegarle e servire con un cucchiaio di sugo di pomodoro.

Con questa ricetta partecipo a:
 Happiness is Homemade.




Continua anche la sperimentazione musico-culinaria, una canzone per ogni ricetta.
Per oggi vi lascio questa versione di "Bella Ciao" cantata e suonata da Anita Lane visto che ieri era l'anniversario della liberazione Italiana dai nazi-fascisti e il termine del ventennio.
In memoria dei nostri partigiani, di coloro che hanno dato la vita per la libertà di un paese.



25 aprile 1945
ricorda, o cittadino, questa data
e spiegala ai tuoi figli
e ai figli dei tuoi figli
racconta loro
come un popolo in rivolta
si liberasse un giorno
dall'oppressore
e narra loro
le mille e mille gesta di quei prodi
che sui monti, nei borghi e in ogni luogo
sbarrarono il passo all'invasore
né ti scordar dei morti
né ti scordar di raccontare
cos'è stato il fascismo
e il nazismo
e la guerra ricorda
le rovine, le stragi, la fame e la miseria
lo scroscio delle bombe e il pianto delle madri
ricordati di Buchenwald
delle camere a gas, dei forni crematori
e tutto questo
spiega ai tuoi figli
e ai figli dei tuoi figli
non perché l'odio e la vendetta duri
ma perchè sappian quale immenso bene
sia la libertà
e imparino ad amarla
e la conservino intatta
e la difendano sempre

6 commenti:

  1. Che belle! a me le crespelle si rompono sempre, non capisco perchè. penso sia colpa della padella, perchè vedo che a voi anche se vegan vengono bene, quindi non è colpa dell'assenza dell'uovo.
    riproverò cambiandola, perchè le trovo proprio golose:P
    un abbraccio, buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti io ho una padella fighissima regalatami dalla mia zia (lavoriamo nel campo casalinghi) che fa il suo dovere a meraviglia.
      baci e grazie!
      Silvia

      Elimina
  2. Tesoro, scusa, scusa, scusa se passo solo adesso, grazie davvero di questa ricetta, mi hai fatto tanto felice, la sto inserendo adesso!!!
    Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti arriverà anche la ricetta per il dolce... a dir la verità vorrei mandartene mille ma poi esagero, quindi farò solo salato e dolce.
      Baci bella maremmana.
      S.

      Elimina
  3. Ciao Silvia, piacere di con questa gustosissima ricetta, splendidamante presentata, quanto è invitante!!!! Mi unisco ai tuoi lettori; se ti va, ti aspetto nella mia cucina... a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere mio! Unisciti, mi fa tanto piacere e poi, come vedi, come lettori fissi sono un po' indietro...
      Ti verrò a trovare presto.
      Grazie.
      Silvia

      Elimina