domenica 1 dicembre 2013

Crema di Piselli Secchi Spezzati Piselli Freschi e Patate


Torno proprio ora da un corso di cucina Raw con lo chef Vito Cortese, l'evento si chiamava Raw For Love, organizzato per raccogliere fondi per Dynamo Camp, un'associazione che organizza campi ricreativi per bambini con disabilità e malattia, luoghi dove i bambini affetti da gravi patologie possano diventare semplicemente bambini.
E' stato molto carino ed interessante, tre piatti di cucina crudista da realizzare seguendo le ricette e le indicazioni dello chef.
Ho imparato a fare gli spaghetti di barbabietola con crema di noci macadamia e anacardi, la tartare di avocado, ravanelli e uvetta (buonissima) e i brownies cacao e nocciole.
Ma il crudismo lasciamolo un attimo da parte, adesso parliamo di una ricetta con ingredienti da cuocere, parliamo di questa vellutata di piselli secchi spezzati, pisellini freschi e patate.
La ricetta è presa dal libro di Stefano Arturi: "Pausa pranzo, come stare lontano dai bar e vivere felici" un libro molto interessante e simpatico di cui avevo già parlato tempo fa e che consiglio vivamente a tutti, anche se non strettamente vegani o vegetariani, dà delle idee molto carine che possono essere rivisitate in chiave veg.





Ingredienti:
200 gr di piselli verdi secchi spezzati (io 250 gr)
3 patate di misura media
1 cipolla
2 spicchi di aglio
2 foglie di alloro
Dado vegetale
200 gr di piselli freschi surgelati (io avevo quelli dell'orto magico del mio babbo)
olio evo
pepe
sale
succo di limone
prezzemolo e timo
parmigiano a piacere o lievito secco

Lavare i piselli secchi sotto l'acqua corrente finchè l'acqua non risulta bella limpida.
In una pentola soffriggere per pochi minuti la cipolla tritata e l'aglio schiacciato nello spremiaglio, o in alternativa tritato al coltello.
Aggiungere quindi le foglie di alloro tagliate a metà in diagonale e le patate ben lavate e tagliate a piccoli tocchietti ma non pelate, abbiate cura di lavarle molto bene.
Lasciare cuocere per cinque minuti circa mescolando, aggiungervi quindi i piselli secchi scolati e coprire con acqua.
Aggiungere un cucchiaino abbondante di dado vegetale, e vi rimando sempre al mitico dado di Rob Del Bosco Scuro, un rametto di timo. La ricetta originale dice di aggiungere a questo punto anche un pizzico di zucchero che io però ho omesso.
Abbassare la fiamma e lasciare cuocere per una ventina di minuti.
A questo punto frullare al minipimer 3/4 della zuppa o anche tutta se preferite, rimettere in pentola e aggiungervi i piselli ancora surgelati  e lasciare cuocere per una decina di minuti. Naturalmente si preferiscono o i piselli freschi, ma non è stagione, o quelli surgelati da voi.
Lasciare riposare la crema a fuoco spento per una mezz'ora.
Prima di impiattare aggiustare di sale e aggiungervi una bella spolverata di pepe, due cucchiaini di succo di limone, un cucchiaio di prezzemolo tritato e il grana o il lievito secco per la versione vegana.

Come consigliato nel libro, è ottima per il pranzo del giorno dopo!

Prima di cominciare a scrivere questo post ho letto il commento de La Balena Volante che ancora ringrazio per il premio, alla mia ultima ricetta pubblicata del Plum Cake in cui parlava di Nick Cave e quindi vi lascio con l'ascolto di questa sua canzone cantata con PJ Harvey che mi fa impazzire!

 






3 commenti:

  1. Non so se ho più l'occhio a cuore per Nick Cave o per la zuppa.. aspetta chiudo gli occhi e ci faccio subito la scarpetta mmmh.. se posso, l'ultimo album di Nick è M E R A V I G L I O S O.. magari mentre si cucina.. un bacione Bianca riapparirò al mio ritorno dall'India a febbraio :-) buena cocina y vida!

    RispondiElimina
  2. Un acquisto fatto bene ti premia nel tempo. Prova i piselli e timo. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2NzQ1MjQ0NCwwMTAwMDA0OCxwaXNlbGxpLWUtdGltby0xODBnLmh0bWwsMjAxNjA3MzAsb2s=

    RispondiElimina